domenica 6 agosto 2017

LOTTA AL BRACCONAGGIO....

Viverone: Sorpresi altri quattro pescatori di frodo, sequestrata attrezzatura per cattura abusiva


Continua la lotta alla pesca di frodo sul lago di Viverone. 
Nella mattinata di oggi, 23 luglio, guardie ecologiche di Torino e alcuni volontari dell'Arci pesca della provincia di Biella hanno scoperto quattro persone di nazionalità moldava, tra cui un minorenne, intente a praticare l'attività di bracconaggio nei pressi di Punta Cuneo, al confine tra le province di Biella e Torino dove è giunto anche il sindaco di Viverone, Renzo Carisio, con i carabinieri della stazione di Cavaglià. I soggetti, fermati, erano in possesso di una rete, di un canotto e di una dozzina di pesci di grandi dimensioni. Il materiale è stato sequestrato. Al comando Forestale dell'arma dei carabinieri il compito di indagare sull'accaduto.

AMBIENTE

SEGNALAZIONE PER SVERSAMENTI ACQUE MALEODORANTI PRESSO IMPIANTO DEPURATIVO SANTA MARIA IMBARO SOTTOSEQUESTRO.

Degli Agenti ARCI PESCA FISA del Comitato Provinciale di Chieti, nella data del 12 luglio 2017, hanno trasmesso una ricca documentazione fotografica alle autorità competenti tra cui il NOE di Pescara, a causa del cattivo funzionamento dell'impianto depurativo del Comune di Santa Maria Imbaro (Ch), tra altro già sottoposto a sequestro.
Nella zona, gli Agenti hanno rilevato oltre al forte odore maleodorante anche la fuoriuscita dei liquami dall'impianto che si arrestavano in aperta campagna.
Segue attività di controllo sull'area.....





INQUINAMENTO DI MATERIALI SPECIALI...

RINVENIMENTO ETERNIT LUNGO IL FIUME SANGRO A LANCIANO (CH).
La scoperta fatta dagli agenti ARCI PESCA FISA Chieti nel corso di una perlustrazione sul territorio.

In data martedì 17 luglio scorso, degli Agenti Ittici Volontari appartenenti all'ARCI PESCA FISA - Comitato Provinciale di Chieti, in attività di vigilanza e controllo lungo il fiume Sangro, località Zona Industriale (C.da Cerratina, Coordinate GPS Latitudine 42.16768° - Longitudine 14.45336°) del Comune di Lanciano (Ch), hanno rinvenuto una discarica abusiva costituita da un’importante quantitativo abbandonato di onduline eternit come da documentazione fotografica allegata..........
Questa la parte iniziale della comunicazione inviata alle autorità competenti sabato 22 luglio 2017 quali: Comune di Lanciano, Carabinieri Forestali, NOE Pescara, ARTA Abruzzo, ASL Chieti, Regione Abruzzo e infine la Polizia Provinciale di Chieti.Infine, una raccomandazione ai pescatori di non effettuare alcuna attività di pesca sportiva nei pressi dell'area segnalata, per ovvi motivi di sicurezza e di salute.
ARCI PESCA FISA

L'ufficio di Vigilanza.




giovedì 25 maggio 2017

CATTIVE VOCI ......A DANNO DEI PESCATORI

AVVISO: 
PESCA ALLE CARPE NEI BACINI DI BOMBA E CASOLI
SI................... MA CON OBBLIGO DEL RILASCIO.

Per una corretta informazione, ieri pomeriggio nell'ufficio della Regione Abruzzo "Caccia e Pesca" alla mia richiesta (ARCI PESCA FISA) di chiarimenti sul rilascio delle carpe catturate nei bacini di Bomba e Casoli, la risposta data dal Funzionario è stata una secca conferma come indicato nel calendario ittico 2017 alla pag. 5, che recita testualmente " Per l'anno 2017 restano in vigore le regolamentazioni adottate dalle Amministrazioni Provinciali". 
Pertanto, con la presente si smentisce le cattive voci in circolazione che davano per scontato pescare di nuovo le carpe ......per trattenerle. 
MUNIRSI DEL TESSERINO SEGNA CATTURA NOTTURNO, DISPONIBILI PRESSO GLI UFFICI DELLA REGIONE ABRUZZO.
ARCI PESCA FISA Chieti
Pagina 5 del calendario ittico Regione Abruzzo 2017